Il RI-CICLOVIAGGIO “Due Ruote e una Gamba” è ufficialmente partito questa mattina da Piazza Brà a Verona… che emozione!!

Un lungo viaggia aspetta il nostro Luca e li dove non potrà arrivare con la sua Bicicletta gli Angeli in Moto lo aiuteranno nella raccolta delle protesi e le porteranno nei punti di raccolta programmati.

La storia di Luca e di sua moglie Giulia  parla di passione e avventura, momenti bui e forza di volontà e ovviamente di viaggi

Il 4 agosto 2016 Luca è stato investito da un’auto mentre tornava a casa dal lavoro in moto.
Il piede e la gamba sinistra erano distrutti; il gomito sinistro era gravemente compromesso e anche il naso e l’occhio destro erano danneggiati.

Dopo più di un anno fermo a letto, due anni di fisioterapie e quaranta interventi chirurgici, nel 2019 tutti i medici convennero che l’amputazione della gamba sinistra fosse l’unica soluzione.

Fu in quel periodo che Luca prese coscienza della profondità della sua passione per la moto. Nonostante tutto gli aveva salvato la vita e gli aveva dato la motivazione per ricostruirne una nuova.

Questi sono gli elementi che nel 2020 hanno permesso di creare KARMA ON THE ROAD.

A distanza di un anno da quella prima scintilla, la’idea solidale diventa una realtà concreta, un’associazione no-profit che mira a sensibilizzare il prossimo riguardo a tutti i problemi che devono affrontare gli amputati, per costruire un mondo più attento verso chi vive la disabilità.

KARMA ON THE ROAD APS desidera essere al fianco di chi vive la disabilità, ascoltare le loro storie e dialogare con le istituzioni facendo il possibile per trovare soluzioni concrete a problemi reali e spesso ignorati. Spargeremo la voce su tematiche trascurate sia nel nostro paese che all’estero come, ad esempio, l’attuale assenza di un programma di riciclo delle protesi in Italia e la grande carenza di questi dispositivi nei paesi in via di sviluppo.